Una villa di campagna alla quale imprimere il sapore retrò delle nostre case venete di un tempo. Il progetto del bagno si è così mosso a partire dall’utilizzo di una cementina vintage, ispirata alle tradizionali mattonelle di pasta di cemento, quadrate o esagonali, i cui colori dominanti erano spesso nei toni del grigio e del mattone. Proprio all’inizio del ventesimo secolo, le cementine, insieme alla graniglia, conobbero un periodo d’immenso successo: poiché erano considerate robuste ed economiche, andavano sovente a rivestire locali di servizio, o anche spazi di lavoro. La composizione poteva basarsi sulla semplice alternanza di colori, ma le cementine si prestarono anche a soluzioni decorative molto più sofisticate, realizzate con fiori, greche, fregi, che interpretavano le suggestioni dei dominanti stili liberty e decò. Un recupero che è diventato “tendenza”, ancora una volta reinterpretato su piastrelle in ceramica con nuove soluzioni stilistiche e cromatiche.

Un ambiente dalla doppia funzione, bagno di rappresentanza e contemporaneamente lavanderia, recuperata nello spazio sotto scala e sapientemente nascosta nella scelta di un mobile dall’estetica bella e funzionale, grazie all’utilizzo di moduli che permettono l’incasso della lavatrice e dall’asciugatrice, rendendo confortevole e ordinata tutta la stanza.

Hai anche tu un progetto da realizzare? Prendi un appuntamento!

10 + 10 =