Cala il sipario sull’edizione 2019 del Cersaie, il Salone internazionale della ceramica che anima l’ultima settimana di settembre nel quartiere fieristico bolognese. Un’occasione importante per gli operatori del settore per annotare le tendenze che verranno nei mesi avvenire.

Una fiera che ha confermato l’impiego sempre maggiore di lastre dal maxi formato, con una netta prevalenza da superfici effetto marmo. Un attento lavoro di ricerca che narra la memoria di maestose essenze lapidee, creando una bella unione tra cultura industriale e pure bellezza naturale.

Le dimensioni che arrivano fino ad una dimensione 160x320 cm dallo spessore di 6 mm costituiscono l’opportunità di comporre progetti unici di interior design. Attraverso la migliore tecnologia industriale, scenografiche superfici a macchia aperta e vena continua proiettano incredibili passaggi cromatici in costante movimento e collegamento, così lo spazio e la materia ceramica costruiscono una ricercata ed elegante relazione.

Grazie alle superfici lappate, le sfumature e i colori sono profondi e luminosi mentre la finitura naturale, esalta la morbida eleganza di venature e dettagli grafici.

Altra storia sono le pietre che troviamo valorizzata al massimo nella ricchezza cromatica della meticolosa riproduzione delle sedimentazioni naturali.

Vuoi saperne di più? Rimaniamo in contatto!

13 + 12 =

Share This