Come fare per rendere una casa più appetibile su Airbnb? Chi ne ha una da affittare dovrebbe chiederselo: è l’affare del momento perché le richieste sono in continua ascesa. Secondo i dati ufficiali diffusi dalla piattaforma presente ormai in 300 città del mondo, nel 2017 gli host italiani hanno ospitati 5,6 milioni di persone incassando 621 milioni di euro. Tutto questo a sottolineare come questo business offre una grande opportunità, ma è anche fondamentale non improvvisarsi. Chi è nel settore sa bene infatti che una casa può attirare inizialmente se è in una buona posizione, ma da sola per gli ospiti sempre più esigenti di Airbnb, a caccia di esperienze oltre che di un letto, può non bastare: bisogna curare i dettagli, l’ordine, gli spazi, il design. Ecco quattro consigli per entrare nel mondo degli affitti brevi.

1. PERSONALIZZATE GLI AMBIENTI

Gli ospiti sono disposti a scegliere anche una casa molto distante dai propri gusti, se è davvero speciale. Perché ormai non si cerca solo una casa, ma un’esperienza da vivere. Per questo è bene personalizzare gli ambienti con dei particolari, dettagli, che magari raccontino la storia dei proprietari facendola rivivere anche a loro. Si può giocare con arredi o oggetti tutti di un certo stile o – ancora più facile – con i colori: quel che conta è che la casa abbia una sua identità.

2. ORGANIZZATE GLI SPAZI IN MODO PRATICO E FUNZIONALE

Quando riorganizzate la casa pensate a chi la vivrà da viaggiatore, e cerca l’indispensabile: una scrivania per lavorare al computer, un guardaroba ampio e organizzato, un tavolo e una credenza con tutto ciò che serve per mangiare, ma anche spazi dove poter posare la valigia, lo zaino, le buste dello shopping. Oltre a questo ci sono accessori che non possono mancare: wi-fi, macchina del caffè e condizionatori sono la base.

 

3. NON SOTTOVALUTATE IL BAGNO E INVENTATEVI UN RIPOSTIGLIO

Inevitabile che il bagno diventi un metro di valutazione dell’intera casa (lo stesso, d’altronde, succede con gli hotel). Meglio se spazioso, deve avere contenitori per il necessario, presentarsi pulitissimo e possibilmente con una doccia abbastanza grande da poterci entrare in due.

In una casa uno spazio dove riporre tutto ciò che altrimenti non si sa dove mettere è fondamentale, per questo bisogna capire come ricavare un ripostiglio. Anche un armadio va bene, ancora meglio se dentro ci si possono tenere contemporaneamente stracci e spugne per riassettare casa prima di accogliere un nuovo ospite.

4. STILARE UN BUDGET PER LE SPESE DA DEDICARE AL RESTYLING E AFFIDATEVI AGLI ESPERTI

Regola d’oro per ogni ristrutturazione, vale forse di più se si vuole affittare la casa: in questo caso è bene che il budget sia proporzionale al rendimento desiderato. Insomma, più si vuole guadagnare, più bisogna investire.

Sempre meglio affidarsi a un architetto per ristrutturare casa (oltre a dare consigli di stile, gestisce anche la burocrazia). E, specie se avete in mente di ottenere un rendimento alto, per personalizzarla e renderla speciale, un interior designer può darvi quel tocco in più che fa la differenza.

Ed è quello che puoi trovare da Edilnova: persone esperte che ti possono accompagnare nella ristrutturazione dell’appartamento, coniugando estetica, funzionalità e budget.

Hai anche tu un progetto da realizzare? Prendi un appuntamento!

15 + 10 =

Share This