Tutte le case raccontano una storia unica. Quando si scelgono mobili, complementi e accessori, bisogna tenere presente che ogni elemento contribuisce a dare carattere agli spazi. L’illuminazione ha un peso notevole nello studio di un interno; l’apparato di lampade, infatti, non ha solo un aspetto funzionale ma riveste anche un ruolo decisivo per quanto riguarda la decorazione della casa

Che sia una nuova costruzione o una ristrutturazione, è importante procedere con ordine e creare un vero e proprio progetto che tenga conto di ogni elemento, sia tecnico che stilistico.

Country o shabby chic, urban, minimal: ne citiamo solo alcuni ma gli stili d’arredamento sono tantissimi e diversi uno dall’altro. Ovviamente parliamo solo di tendenze, anzi, a volte uno o più stili si fondono insieme.

La personalità di un’abitazione nasce e si costruisce intorno allo stile d’arredo e al gusto personale di chi ci vive. La scelta dell’illuminazione decorativa per case private deve incastrarsi alla perfezione in ogni contesto abitativo.

Vediamo insieme tutte le fasi da seguire per svolgere un lavoro impeccabile.

  1. Analisi del profilo abitativo: è un momento importante, in cui convergono bisogni, aspettative e gusti personali;
  2. Primo sopralluogo sul posto: visitare e conoscere la casa è fondamentale, perché vengono rilevati dettagli tecnici, si fanno misurazioni e si raccolgono dati significativi;
  3. Creazione di una prima bozza di progetto: la luce prende forma; si gettano le basi di quella che sarà la realizzazione vera e propria e si considerano gli aspetti specialistici dell’impianto illuminativo;
  4. Revisione: ogni aspetto viene analizzato in maniera approfondita e da ogni punto di vista: tempistiche, budget, stile;
  5. Completamento finale: è la fase operativa e di realizzazione conclusiva, in cui si rivedono gli ultimi lati pratici.

 

 

Hai anche tu un progetto da realizzare? Prendi un appuntamento!

7 + 8 =

Share This