Gli svedesi lo promettono: la felicità non si nasconde altrove, ma qui! In quello che è un invito alla sobrietà, al vivere senza eccessi, una ricetta per vivere con meno ed essere felici. Perché è proprio questo, che Lagom significa: “il giusto”. Ed è un concetto che si applica a diversi settori, dall’abbigliamento fino all’arredamento, invitando a rifiutare gli accessi, a riutilizzare, a riciclare. «Nel Lagom è nascosta l’essenza dell’identità e della quotidianità svedesi e riposto il segreto che spiega uno stile di vita improntato alla consapevolezza sociale, alla moderazione e alla sostenibilità», si legge nel libro.

Ma come si dovrebbe fare, se si volesse applicare questo oggetto alle nostre case?

L’invito non è a stravolgerle, proprio per evitare sprechi. Piuttosto, bisogna chiedersi per quale motivo possediamo un determinato mobile, un determinato complemento, e bisogna darsi una risposta che sia sincera, valutando, nel modo più oggettivo possibile, se l’occupazione di quel determinato spazio sia giustificata. Un elemento a cui riservare invece una grande attenzione è la luce, sia questa naturale oppure artificiale. Perché? Perché migliora il nostro umore, e a dirlo è la scienza.

Nel mondo dell’arredamento e design di interni per il 2019 tutti gli spazi sono caratterizzati da un senso di accoglienza e da tutto il necessario per vivere al meglio, senza eccessi: ritornano le carte da parati sulle pareti, i tessuti di velluto e l’idea di morbidezza.  Tornano quindi in auge anche le sedie imbottite e i tappeti, sia per lo spazio giorno sia per la zona notte.

L’imperativo, quindi, è di circondarsi di elementi in grado di scatenare gioia e felicità, buon umore, senso di pace!

Vuoi saperne di più? Rimaniamo in contatto!

8 + 12 =

Share This